SpiritoSanto2.png

Una gioia nuova!

0
0
0
s2smodern
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Celebriamo con questa domenica il coronamento dell’evento pasquale, già implicito in quell’evento, perché il dono dello Spirito è il frutto della passione, morte e resurrezione di Gesù, lo scopo del suo venire, la sua eredità. Pensiamo a volte che il mondo manchi di mezzi materiali: ma Gesù non ce ne ha lasciato.

Pensiamo che manchi di organizzazione: ma Gesù non ci ha dato istruzioni al riguardo. Pensiamo che manchi di forza coercitiva: ma Gesù non l’ha usata e non ci ha detto di usarla.

Lui sapeva di cosa il mondo aveva bisogno. Non si possono fare flebo a un morto. Il mondo aveva bisogno di un soffio vitale, di una ricreazione. Aveva bisogno di un antivirus che scacciasse la radice di tutti i mali: il vivere per se stessi. Aveva bisogno di gioia nuova, della forza immane del perdono, della dinamite che scardinasse nei cuori tutti i muri di separazione. Aveva bisogno di una speranza di vita nuova, più forte della morte.

Gesù lo sapeva e sapeva anche che col suo ultimo soffio avrebbe consegnato questo Spirito. Un difensore, dagli attacchi del male, un rivelatore di una verità che la nostra intelligenza non riesce a scalfire e in cui ci si può solo lasciare portare da lui, progressivamente. Uno Spirito che crea la Chiesa e insieme libero e universale come la salvezza portata da Gesù. Uno Spirito che stupisce parlando e agendo spesso nei più piccoli.

È lo Spirito che dà leggerezza al mondo, gioia alle giornate anche quando sembrano ripetitive, è lui che scintilla nel sorriso dei bambini e nel coraggio dei profeti. È lui che ci fa arrivare tutta l’efficacia della salvezza operata da Gesù; è lui il collante tra Lui e noi, tra il Padre e noi, e tra tutti noi.

Togliamo lo Spirito e il mondo non sarà che tenebra, durezza, guadagno, sfruttamento, corsa ai primi posti, emarginazione di tanti… È questo il mondo che ci appare spesso nell’informazione. Ma a chi guarda con gli occhi dello Spirito, appare uno straordinario mondo nuovo in crescita, una roccia già sgrossata nella quale lo Spirito a poco a poco scolpisce il volto del Figlio, Gesù Cristo. Forse, il ritorno di Gesù sarà il compimento di questa emersione.

Domenica di Pentecoste, 20 maggio 2017 - Letture: At 2,1-11;  Gal 5,16-25;  Gv 15,26-27; 16,12-15.

Missionarie di Maria - Saveriane

International Website of the Society of Mary - Xaverian Sisters in the world.
ALL RIGHTS RESERVED. COPYRIGHT © 2018

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy.  Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.