Padre6.jpg

Un uomo molto sensibile alla bellezza

0
0
0
s2smodern
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Antonella ha visto P. Spagnolo solo in fotografia, ma subito ne è stata atratta.

Di padre Giacomo Spagnolo mi ha subito attratto il suo volto, quando stavo conoscendo le Missionarie di Maria ...

ricordo ancora quel bel viso in primo piano, il suo sorriso invitante e lo sguardo serio e dolce. Credo che fosse un uomo molto sensibile alla bellezza, che amava catturare anche con la fotografia. Non a caso per attrarre l'attenzione della madre, aveva scelto una bella immagine di Gesù crocifisso che colpisse i suoi sensi, e che in quella donazione esprimesse tutta la sua umanità. Pur così preso dal soprannaturale non gli sfuggiva niente delle sfumature dell'umano, e il "come in cielo così in terra" penso sia stato il programma unificatore della sua vita. Era un uomo che "sentiva" Dio, e adorava la Sua grandezza nascosta nella piccolezza della sua creatura, cercando di vederlo in tutto: "Davanti alle meraviglie della vita soprannaturale e consacrata, tutto il mio essere cade in adorazione contemplando la sublimità del disegno di Dio e la sua insondabile grandezza: ogni mia figlia è per me un segno di Dio!" (1973).

Antonella in Thailandia con due sorelle Congolesi

Missionarie di Maria - Saveriane

International Website of the Society of Mary - Xaverian Sisters in the world.
ALL RIGHTS RESERVED. COPYRIGHT © 2018

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy.  Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.